2018 indoor, indoor, settore assoluto

ANCORA SUPER GHERARDI, ARGENTO CALDARINI

Quattro medaglie, un oro, un primato italiano e due podi a squadre: il weekend dei Campionati Italiani Allievi va oltre le più rosee aspettative e ci proietta verso la prossima settimana con un primo ed un secondo posto nella classifica combinata.

Partiamo dal titolo di Chiara Gherardi. L’allieva di Alberto Colazingari aveva ottenuto in batteria il secondo tempo nei 200. Il suo 24.32 seppur eccellente non aveva destato una grandissima impressione, meglio la sarda Kaddari che in solitaria aveva stampato 24.22 a soli 4 centesimi dal primato italiano. Tutta un’altra storia in finale. Chiara parte subito forte in sesta corsia, la Kaddari cerca di affiancarla in curva, ma nell’ultimo rettilineo arriva lo sprint vincente che le permette di chiudere in 24″07, migliorando i 11 centesimi il primato italiano Under18 che già le apparteneva e siglando la seconda  prestazione mondiale stagionale dietro l’irlandese Adeleke. Quello di Chiara è il suo terzo titolo individuale, il secondo consecutivo nei 200 indoor e la medaglia d’oro numero 298 della storia della Studentesca.

Bravissima anche Livia Caldarini. L’allieva di Carlo Festa, al primo anno di categoria, è partita nella serie migliore dei 1000 metri. Dopo un avvio tattico, Livia è rimasta sempre nel gruppo di testa fino a prendere la scia della Favalli. La volata dell’ultimo giro ha premiato la mezzofonista bresciana, per Livia arriva l’argento, la prima medaglia con la maglia della Studentesca. Nella prima serie Giorgia Forastiero ha scandito il ritmo per i primi quattro giri, ma poi non ha trovato il cambio di ritmo chiudendo 3.08.95.

Sara Porfiri ha eguagliato il personale nell’alto (1,64) contribuendo con 7 punti alla squadra (ottava). Ginevra Ricci alla sua terza gara nei 60hs, ha superato le batterie, fermandosi nel turno successivo con 9.07. Personale per Cecilia Rinaldi nel triplo. Doppio errore nella marcia con Giulia Mezzanotte che anticipa la volata di un giro, ma i giudici non se ne accorgono, rimanendo fuori dalla classifica. Esperienza anche per Siria Felicioni nell’asta, tre nulli a 3,15 (2,95).

Il migliore del settore maschile è stato Claudio Bisegna. L’allievo di Renato Bonello si è migliorato in batteria conquistando col quinto tempo la finale dei secondi. Bravissimo tre ore dopo a guadagnare gli 8 punti gettandosi sul traguardo.

Michele Esposito con 6,82 nel lungo è arrivato solamente settimo in una gara che ha visto i primi 5 atterrare sopra i 7 metri. L’allievo di Karin Blasetti, piazzato il primo salto, ha provato ad avvicinare il podio, ma quattro nulli millimetrici glielo hanno impedito. Nell’asta Tommaso Franceschini ha ottenuto il personale con 4,15, ma al primo tentativo aveva praticamente superato anche 4,25 misura che lo avrebbe classificato ai piedi del podio. Buona la prova dei due velocisti Riccardo Giordano e Edoardo Casa; entrambi hanno superato il turno in batteria. Non sarebbe stato impossibile l’accesso in finale per Casa se solo non avesse sbagliato la partenza.

Andrea Di Marco fa il suo nei 60hs (8.72). 3 nulli sia per Ednaldo Di Giacomo nell’alto che Patrizio Mostarda nel triplo. Di Giacomo chiude a 13,23 il triplo e speriamo che l’esperienza possa far capire all’allievo di Claudio Rapaccioni, dotato di mezzi eccezionali, che è necessario allenarsi per ottenere i risultati.

Le staffette chiudono in bellezza la rassegna tricolore con due argenti. Le Allieve vincono la loro serie stabilendo il nuovo primato regionale (prec. Cariri con Flaviani, Marconi, Cattaneo, Latini 1.44.34). Il quartetto composto da Ginevra Ricci, Livia Caldarini, Cecilia Rinaldi e Chiara Gherardi taglia il traguardo in 1.43.31, ma è superato nella serie successiva da Lecco che frantuma il record italiano.

Entusiasmante anche la staffetta maschile. I complimenti vanno all’Atletica Acquacetosa (oro e primato regionale), ma anche al nostro quartetto composto da Riccardo Giordano, Claudio Bisegna, Edoardo Casa e Michele Esposito che porta la staffetta rossoblu sul podio per il terzo anno consecutivo (argento, oro nel 2016 e 2017). Per loro c’è il primato sociale (prec. Lelli, Fianco, Faustini, Capuano 1.32.61), e il piccolo rammarico di essere partiti in seconda corsia.

A livello di squadra c’è da segnalare il doppio terzo posto per Allievi e Allieve. Nella combinata comandano le donne davanti a Vicentina e Braccco; gli uomini sono secondi dietro a Vicenza. Nel weekend con gli Assoluti si assegnano gli scudetti indoor 2018.

I risultati di Ancona

Le classifiche a squadre

La rassegna di oggi

Share