Entertainment

Rossoblu in grande evidenza nelle 3 prove regionali

Si avvicina il momento clou della stagione e cresce la condizione generale. Al Paolo Rosi in occasione delle tre prove del Caccia al minimo sono tante le prestazione da evidenziare per quanto riguarda gli atleti della Studentesca.

Federica Pansini straccia il personale negli 800 e realizza la miglior prestazione stagionale dell’anno. Con la sua vittoria in 2.11.00 si piazza in vetta alle graduatorie nazionali Under18. Tra pochi giorni dovrà scegliere tra 400 e 800, due specialità che la vedono al primo posto nelle liste.

Ancora Furlani. Il talentino classe 2005 si migliora ancora una volta e sale a 2,10 ritoccando la miglior prestazione italiana Alltime degli Under16, ma anche il primato sociale Assoluto che proprio quest’anno aveva compiuto 40 anni (Roberto Fantacci, 2,08). Impressionante la serie con 2,01 saltato alla terza, 2,05 alla prima e 2,10 sempre alla terza.

Francesca Farina vince i 200 brillantemente in 25.60, crono che potrebbe indurla a preferire il mezzo giro di pista agli italiani. Nei 400 Alessia Tirnetta lascia intravvedere un miglioramento rispetto a Padova, mentre al maschile Riccardo Carella sorprende con un esordio molto positivo non lontano dal minimo.

Asta grandi firme. Federico Bonanni si sblocca e riesce a superare i 4,50. Non pago, valica brillantemente anche 4,60 che lo posizione al primo posto nelle graduatorie Under18 ad una settimana dai Campionati di Rieti. A suo agio in pedana anche Leonardo Orlandi che dopo aver superato 5,05, sfiora l’asticella a 5,21 e deve rimandare l’appuntamento col primato sociale di Fusiani.

Benedetta Benedetti strabilia la tribuna e inanella una serie di quattro lanci tra 16,97 e 17,20. E così, a una settimana dai Campionati Italiani, non è più utopia pensare di attaccare il primato nazionale di Sydney Giampietro lontano ora solo 64 centimetri.

Sulla pedana dei lanci gioiscono Di Filippo e Tolli. Chiara Tolli è seconda dietro Mulumba con 43,07 e stacca il pass per Rieti con un miglioramento di quasi 5 metri. Bell’incremento anche per Giammarco Di Filippo che vince la gara del disco Allievi sfiorando la fettuccia dei 43 metri. Nel martello Junior si rivede Christian Colato che conferma la partecipazione ai tricolori di Grosseto. Cresce di condizione Leonardo Pitò e vince la gara con 56,77 nel giavellotto: una bella iniezione di fiducia in vista della rassegna in Toscana. Buon rientro anche per Gaia Giannino che sfiora il personale nel martello 4kg.

Anche il mezzofondo ha regalato buoni risultati. Un classico la cavalcata solitaria di Livia Caldarini (800 e 1500) che ha dimostrato di essere decisamente in condizione. Bene le due Allieve Martina D’Angeli e Sara Ranucci nei 3000; non soddisfatta Adamo con l’ultimo chilometro chiuso non brillantemente. Demba Marong vince gli 800 e dietro di lui crescono sia Giuseppe Cappiello che Dawit Albano. Dopo qualche tentativo, Ernest Mulumba riscrive l’albo dei primati Cadetti nella gara dei 1000, 17 anni dopo Daniele Desideri. Con 2.38.22 è secondo dietro Davide De Rosa e si piazza al secondo posto delle graduatorie italiane 2020; bene anche Leonardo Di Vittorio in 2.42.37.

Nei 1500 Marco Ranucci prova a seguire la scia di Marong, ma paga l’avvio molto deciso e chiude in 3.53. Pb per Albano nella seconda serie con un bel ultimo giro.

Marcia forte. Il grande lavoro di Sandro Bellucci sta portando buoni frutti. Ne sono la dimostrazione le sorelle Casciotti che migliorano entrambe il personale sui 5km (Diletta prima in 25.57, mentre Verdiana, classe 2004, è scesa sotto lo standard per gli EuroYouth). Bene anche Matteo Piervincenzi che lima 30″ al pb datato 2019.

Roma 3 settembre risultati

Roma 5/6 settembre risultati

Share