settore giovanile

Oro, argento e bronzo alla rassegna nazione U16.

Mattia Furlani è il nuovo campione italiano di salto in alto Cadetti.

Il giovane saltatore, figlio e fratello d’arte, al primo anno di categoria vince una splendida gara di salto in alto salendo fino a 1,99 (foto trackarena/Montesano)

In una sola gara è riuscito a migliorarsi di ben 7 centimetri ribaltando i favori del pronostico che indicavano il lombardo Stronati il possibile protagonista.

La gara di Forlì ha messo in mostra la classe di un talento cristallino, capace di reagire alla sconfitta subita due settimane fa ai campionati regionali e stabilire il nuovo primato laziale per cadetti under15 (primato Cadetti Andrew Howe 2,06).

Jacopo Capasso è quarto nei 300.

Non arriva il podio desiderato nella gara individuale, ma l’eccellente stagione di Jacopo si chiude qualche ora più tardi con l’argento della staffetta 4×100 (seconda frazione) portata al traguardo in  44.41 dal neoprimatista italiano dei 100hs Damiano Dentato.

Lorenzo Mattei ha inaugurato il weekend con la medaglia di bronzo, l’allievo di Roberto Casciani, secondo nelle liste stagionali con 60 metri, ha scagliato l’attrezzo oltre 57 metri ed è stato superato solamente dal piemontese Iacocca e dal romano Camilli.

Finita la stagione col 4 kg per Lorenzo come per Capasso si aprono le porte della categoria allievi con l’ambizioso obiettivo degli Europei Rieti2020.

Rocco Terenzi è quinto nel giavellotto.

Alla sua prima stagione agonistica, l’allievo di Gianmarco Vitagliano ottiene il primato personale scagliando il giavellotto per la sua seconda  volta in carriera sopra i 50metri (52,58) .

Sono due gli ottavi posti di altrettanti lanciatori.

Giammarco Di Filippo, reduce da una settimana di influenza, piazza il disco vicinissimo al personale. Un po’ di rammarico perché con un metro in più avrebbe raggiunto la terza posizione.

Chiara Tolli scaglia il peso da 3kg a 11,34, seconda sua prestazione stagionale lontano solo 5cm dalla quinta posizione.

Giacomo Ciccomartino è impeccabile fino alla misura di 1,75 ma non riesce a superare lo scoglio di 1,80 e chiude al diciottesimo posto.

A Forlì si è chiusa anche la stagione dei cadetti, grandi protagonisti sia a livello individuale che a squadre .

Un grazie da parte di tutta la società ad atleti e tecnici con l’augurio che anche il 2020 possa essere altrettanto vincente.

i risultati di Forlì 5/6 ottobre 

Share