cds, settore assoluto

Terzo anno consecutivo tra le prime tre

Una grande prova di squadra premia gli Allievi che per il terzo anno consecutivo salgono sul podio tricolore alla finale nazionale dei Campionati di società. Complimenti all’Atletica Vicentina per aver confermato i favori del pronostico e alle Fiamme Gialle Simoni, bravi a non sbagliare niente ed invertire la classifica dopo la fase regionale. 

Il terzo posto è comunque un risultato eccellente per una squadra ancora giovane capace di ottenere sette podi, due vittorie individuali e tanti piazzamenti.

Leonardo Vitullo. Sale sul podio nei 100 nonostante una partenza poco reattiva. Nei 200 nonostante la prima corsia sembra poter puntare al secondo alle spalle dell’azzurrino Boninti, ma è frenato da un problema muscolare. Buona la sua frazione in 4×100. 

Luca Spizzichino. E’ quarto nei 400. Conferma la posizione delle liste di iscrizione, ma rimane deluso per aver mancato l’acuto che si aspettava. Bravo in staffetta a riagganciare il gruppo nella seconda frazione.

Alessandro Di Loreto. La migliore gara della stagione nel momento più importante. Con la sua volata nel finale incarna lo spirito di squadra passando dal nono al quinto posto e sfiorando il podio per pochi centesimi.

Dawit Albano. Stesso discorso di sopra. Nei 1500 però si accorge troppo tardi di avere ancora benzina e strappa un bel terzo posto, ma l’argento era ad un passo. Nove punti anche nei 3000 con la solita grande volata. Dopo le prove incolori di Torino e Agropoli si è rivisto il vero Dawit.

Omar Khalil. Si mette a disposizione della squadra e corre anche i 110hs all’esordio stagionale, conquistando 5 punti. Sente troppo la tensione e perde una posizione nei 400hs; con una bella ultima frazione nella 4×400 chiude una stagione da protagonista.

Federico Morseletto. Il capitano della squadra Allievi non si tira indietro e nonostante qualche problemino fisico da il tutto per tutto in pedana. Sorprende per il risultato del triplo, 14,75 con soli dieci appoggi. Supera più di una volta i 7 metri nel lungo, ma la sua serie è condizionata dai nulli, secondo con 6,83 il migliore dei due salti buoni.

Valerio Giordano. Pb nel momento giusto, col brivido. Dopo i due nulli a 3,80 decide di riservare la terza prova alla misura successiva (3,85) che gli permette di guadagnare il quarto posto.

Mattia Carosi. Lunghista e triplista, prepara l’alto per la squadra. Esordisce nel suo primo Cds superando 1,60. Poi il blackout. Passa la misura successiva per eccesso di confidenza e fallisce i tre tentativi a 1,70 che lo relegano al nono posto.

Francesco Tosoni. Con poco più di un mese in pedana, fa quello che può col martello da 5kg. Entra in finale, ma non riesce ad esprimersi come ai regionali di Rieti, con la stessa misura avrebbe guadagnato altri due punti.

Pietro Peron. 19 punti per un rientro fondamentale per la squadra. Rimane deluso dal terzo posto del disco, si rifà nel peso col personale superando i 14 metri.  

Leonardo Pitò. Al secondo anno di categoria Allievi può già considerarsi un veterano visto che può vantare uno scudetto Assoluto. Mette in ghiaccio la gara già dopo il primo lancio e poi chiude la stagione ancora una volta sopra i 61 metri. Aveva promesso i 12 punti il giorno dopo il grave incidente di quest’estate, detto fatto. 

Matteo Piervincenzi. Lo stop in PL ci ha lasciato perplessi e soprattutto fa perdere 30 importanti secondi a Matteo che sfiora il personale nonostante tutto. Sesto posto al primo anno di categoria e una buona spinta per la prossima stagione. 

4×100. Il quartetto composto da Riccardo Carella, Leonardo Vitullo, Claudio Giordano e Harry Otoghile è quinto con 43.68. 

4×400. Luca Maranto, Luca Spizzichino, Hayy Otoghile e Omar Khalil chiudono al terzo posto con l’ottimo crono di 3.26. (53.1, 51.1, 51.1, 51.1 le frazioni).

Quella di Bergamo è la ventunesima volta che la squadra maschile sale sul podio tricolore; nel 1986 a Firenze la prima volta (5 scudetti, 8 secondi posi, 8 terzi posti).

I RISULTATI DI BERGAMO 28/29 SETTEMBRE 

LE FOTO DI ATLETICARIETI

Share