Entertainment, settore assoluto, settore giovanile

ALLIEVI E ALLIEVE AL VERTICE DELLE CLASSIFICHE A PUNTI

Domenica si è conclusa una bellissima edizione dei Campionati Italiani Allievi. Rieti2018 ha regalato emozioni su piste e pedane coinvolgendo oltre 1500 atleti gara e tanti appassionati che nel corso delle tre giornate tricolori hanno assiepato le tribune del Guidobaldi. Il bilancio tecnico in chiave rossoblu è altrettanto positivo con 5 medaglie e tanti ottimi piazzamenti.

Oro. I titoli italiani sono stati vinti entrambi nelle ultime ore della manifestazione.  Livia Caldarini ha scelto di correre solo i 1500 ed è andata a vincere il suo primo titolo con la maglia della Studentesca. Il sogno della vigilia era quello di poter attaccare anche il minimo per Gyor sfuggito per pochi decimi al Golden Gala, ma dopo l’avvio lento, senza compagne pronte a dettare il ritmo, è rimasto in palio solo l’oro. Oro che si è andato a conquistare nel rettilineo conclusivo, con caparbietà, visto che la Marsigliani (bronzo negli 800), aveva cambiato passo all’ingresso in curva.

Quaranta minuti dopo è partita la staffetta 4×400. Il quartetto rossoblu composto da Alexandra Le Lerre, Livia Caldarini, Ginevra Ricci e Chiara Gherardi era il favorito ed è riuscito a confermare sul campo le previsioni. Il crono di 3.51.90 non è poi così lontano dal primato italiano della Riccardi (Rieti 2017, 3.49.80).

Argento. Chiara Gherardi era l’atleta di punta e come giusto che fosse è stata l’atleta copertina della manifestazione. Non ha vinto, può succedere, e quindi i complimenti vanno a una fortissima Dalia Kaddari che si è migliorata fino a 23.69, mentre Chiara si è dovuta accontentare del secondo posto. Siamo sicuri che questo duello a suon di prestazioni da top5 in Europa porterà i suoi frutti in prospettiva Gyor. 

La staffetta quasi perfetta. Il quartetto composto da Riccardo Giordano, Michele Esposito, Claudio Bisegna e Leonardo Vitullo fa viaggiare fortissimo il testimone nei 3 cambi e si presenta nel rettilineo al pari dei favoriti del Cus Trieste. Sul lanciato ha la meglio il talento di Sancin ma per i rossoblu arriva il primato sociale con 42.79 (precedente datato Senigallia 1996 con Vecchi, Milardi, Ruggeri, Donati 42.90).

Bronzo. Lucrezia Adamo vince la sua prima medaglia ad un Campionato Italiano. L’allieva di Claudio Ubaldi, arrivata in ottima forma, galvanizzata dalla finale agli Studenteschi e dal pb al Silver Gala, si è nuovamente migliorata nei 3000 vincendo la volata per il terzo posto con 10.12.84.

Quattro quarti posti. Cecilia Rinaldi è andata vicinissima al podio. Un solo punto le ha negato la gioia del bronzo, ma l’eptathlon dell’allieva di Vittoria Milardi è stato quasi perfetto. 15.40 negli ostacoli, 1,56 nell’alto, 9,84 nel peso e 26.73 nei 200 della prima giornata. Poi 5,40 nel lungo, 29,07 di giavellotto e 2.31.81 negli 800. 

Quarto anche Tommaso Francheschini nell’asta. L’allievo di David Buldini, dopo aver facilmente conquistato la finale, ha migliorato il personale di 20 centimetri chiudendo la gara con 4,40. Bronzo a 10 centimetri, ma bravo Tommaso.

Anche Marco Ranucci sfiora il podio. L’allievo di Toto Panzini, protagonista fin dai cross di quest’inverno è quarto nella migliore delle serie dei 1500 con 4’07″55.

La 4×400 ha chiuso i Campionati ai piedi. Claudio Bisegna, Aziz Moussaoui, Michele Esposito e Luca Spizzichino hanno corso un grande miglio in 3.24.78 nelle terze ed ultima serie. Peccato per l’assegna di Edoardo Casa, ai box per infortunio.

Tra gli altri risultati ci sono da ricordare il 49,56 di Gaia Giannino nelle qualificazioni del martello (9^ in finale), il 44,24 di Pietro Peron in finale nel disco (10°), i due settimi posti firmati Michele Esposito (lungo) e Leonardo Pitò (giavellotto), il nono con pb di Aziz Moussaoui negli 800 (primo degli esclusi dalla finale), il dodicesimo posto di Tommaso Toppi nei 5000 (primato personale) e i due pb di Giorgia Forastiero nei 2000siepi e Sabrina Ghannay nel disco.

Nella classifica a punti, valida per i contributi 2018, la Studentesca si conferma al vertice, proprio come alle indoor. Prime le Allieve, secondi gli Allievi. Risultato importante, ma solo indicativo in previsione delle finali nazionali di società in programma ad inizio ottobre a San Donato Milanese.

In ultimo, a nome di tutta l’Atletica Studentesca Rieti Andrea Milardi, ci teniamo a ringraziare tutto lo staff di volontari che ha lavorato, soprattutto dietro le quinte, e permesso la splendida riuscita della manifestazione.. GRAZIE!

TUTTI I RISULTATI DI RIETI 15/17 GIUGNO

Share