Entertainment, settore assoluto

FINALE SCUDETTO IPOTECATA

I numeri al termine della due giorni di gare parlano chiaro: 13400 punti con gli uomini e 14500 con le donne sono ampiamente sufficienti per affermare che anche quest’anno le due squadre Under18 della Studentesca si giocheranno il titolo italiano alla finale nazionale di San Donato Milanese.

Al momento i punteggi sono i migliori in Italia, ma alla finale di ottobre mancano quasi cinque mesi e a San Donato, le sfide dirette punto a punto potranno stravolgere i pronostici, ma sognare non costa nulla e si lavorerà in prospettiva di questa finale .

In campo maschile Leonardo Pitò ed Edoardo Casa hanno ottenuto i punteggi migliori. Leonardo ha sfiorato di pochissimo i 60 metri vincendo il giavellotto (809), Edoardo si è piazzato al secondo posto nei 200 con l’ottimo crono di 22.41.

Nei 100 Riccardo Giordano vince la ripetizione della prima serie col personale (11,.26); fuori dai giochi nel finale Matteo Perugini a cui auguriamo il più rapido recupero dall’infortunio muscolare. Negli 800 Aziz Moussaoui sigla il suo primo sub 2 minuti vincendo la gara, dietro di lui Dawit Albano vicinissimo al minimo per Rieti2018. 

Marco Ranucci vince i 1500 sotto il diluvio, davanti ad Aziz ed è secondo nei 3000. 

Patrizio Mostarda va meglio negli ostacoli che nel triplo e precede Andrea Di Marco rientrante dall’infortunio. Eddy Di Giacomo mette finalmente in mostra il suo talento e salta prima 13,58 di triplo e poi si migliora fino a 1,91 nell’alto. Tommaso Franceschini fa sua l’asta e si migliora nel lungo con 6,28. La gara del lungo ha messo ko lo Junior Luca Furlani che dovrà saltare Agropoli per infortunio, anche a lui va un in bocca al lupo da parte di tutta la società.

Nei lanci arrivano buone risposte da Elmond Fejzulai e Pietro Peron, personale per entrambi nel disco, mentre il peso è ancora da migliorare.

Ottimi riscontri dalle due staffette con la 4×100 che vince in 43.79 sotto il diluvio, mentre la 4×400 va forte con Nobili e Casa alla prima esperienza sul giro di pista in staffetta, l’ottima prova frazione di Spizzichino, poi Esposito che chiude qualche metro dietro Benati.

Chiara Gherardi e Livia Caldarini trascinano le squadra femminile ad un punteggio record. Chiara vince i 100 in 11.82 e si ripete nei 200 con 24.22. Lo stesso discorso vale per Livia che vince sia i 1500 sotto il diluvio che gli 800 in solitaria con il personale abbassato di due secondi.

Nei 400 la migliore è Alexandra Le Lerre, mentre Giorgia Forastiero e Lucrezia Adamo dominano rispettivamente 2000 siepi e 3000. Ginevra Ricci ha cominciato a prendere confidenza con i 100hs.

Cecilia Rinaldi è la migliore rossoblu nel lungo (5,37 regolare) e nel triplo. Personali per Sabrina Ghannay (disco), Ludovica Giannursini (peso) e Gaia Giannino (martello). Nella marcia Giulia Mezzanotte riscatta l’opaca prova di Ostia dovuta ad un problema fisico con una brillante vittoria a conclusione della prima piovosa giornata. 

Staffette ok soprattutto la 4×400 che vince il duello con le Fiamme Gialle. Ambrosi, Le Lerre, Germano portano il testimone a Caldarini che con una grande frazione da atleta super navigata lascia sfogare l’avversaria per poi infilarla sul rettilineo d’arrivo.

Dettaglio punti Allievi

Dettaglio punti Allieve

CdS Allievi 2018 – le sedi della prima prova regionale (12-13 maggio)
Abruzzo: Sulmona (AQ); Alto Adige/Trentino: Bolzano; Basilicata/Puglia: Bari; Calabria: Cosenza; Campania/Molise: Salerno/Napoli; Emilia-Romagna: Reggio Emilia; Friuli-Venezia Giulia: Trieste; Lazio: Rieti; Liguria: La Spezia; Lombardia: Mariano Comense (CO); Marche: Macerata; Piemonte/Valle d’Aosta: Biella; Sardegna: Sassari; Sicilia: Palermo; Toscana: Arezzo; Umbria: Bastia Umbra (PG); Veneto: San Biagio di Callalta (TV)

Share