indoor, lanci, settore assoluto, settore giovanile

I CADETTI CONVINCONO AD ANCONA

A completamento delle gare del weekend c’è da dedicare spazio anche ai lanci che nelle due mattinate tra sabato e domenica hanno visto i nostri atleti protagonisti in tutte le categorie.

Cominciamo da Cecilia Desideri che piazza subito un lancio oltre i 54 metri e ipoteca la finale di Rieti. L’allieva di Roberto Casciani ha ammesso di non essere soddisfatta della prestazione; già vale misure che potrebbero garantirle il minimo per Tampere e dal prossimo weekend cercherà di raggiungere lo standard. L’allieva Gaia Giannino è terza con 35,50.

Andrea Proietti ha vinto la gara nel martello Giovanile con 62,35. L’azzurrino punta al bis a Rieti; a tal proposito sarà interessante vederlo nella sfida col primatista italiano Allievi Oliveiri domenica a San Benedetto.

Nel giavellotto arrivano quattro vittorie. La prima è della Allieva al primo anno di categoria Ludovica Giannursini. Subito a suo agio con i 600g, Ludovica ha scagliato l’attrezzo a 39,41, misura che potrebbe avvicinarsi alle 8 che si qualificheranno per la finale invernale dei lanci.

Alessandro Marvaldi è il migliore nel giavellotto Giovanile. L’allievo di Barbara Cioeta, in prestito dall’Esercito Giovani, ha vinto con 52,27. Secondo è Leonardo Pitò (49,62) che non accusa il passaggio dai 600 agli 800g. Superano i 40 metri anche Dominic Rossi e Fabricio Pilati.

Tra le Promesse Elisa Lobascio sfiora il personale e torna finalmente sopra la fettuccia dei 40 metri. In campo maschile il primatista sociale Assoluto Giovanni Bellini ha la meglio del Campione Italiano Junior Giacomo Biserna.

Vittorie per l’allieva Sabrina Ghannay (Allieva) ed Emanuele Colato (Promessa) nel disco.

A Formia Martina Carnevale supera i 15 metri e sfiora il primato sociale ormai lontano solo 19 centimetri. Bella la sua serie con 14,12, 14,21, 14,56, 15,01 e due nulli.

I risultati dei lanci a Roma

Indoor – Domenica mattina si è disputato anche il Meeting giovanile ad Ancona. Due le vittorie Cadetti con Flavio Faraglia che vince i 200 metri in 24.11 nonostante la terza corsia e Edoardo Perigli che lancia più di tutti nel peso, per poi migliorare nei 60 metri. Tutti i risultati

Share